Migliorare la cellulite con l’alimentazione SI PUÒ : quali strategie?

immagine

La CELLULITE  o pannicolopatia  edematofibrosclerotica è un inestetismo causato da diversi fattori,  come l’eccesso di tessuto adiposo, una cattiva circolazione sanguigna, una disfuzione ormonale, in particolare un eccessessiva  produzione estrogenica. Gli estrogeni infatti, favoriscono il deposito di grasso nel tessuto sottocutaneo. 

Le parti interessate sono quasi sempre cosce, glutei, ginocchia, piu’ raramente la si ritrova anche nella zona addominale.

E’ un problema diffusissimo nelle donne, sia nelle giovani che nelle mature, sia nelle grasse che nelle magre, colpisce circa  8 donne su 10. 

Le cause della sua formazione sono varie: 

  • Uno stile di vita sbagliato è sicuramente il fattore principale ( dieta scorretta e sedentarietà),
  • L’utilizzo di alimenti troppo stretti
  • L’assunzione di estro-progestinici
  • Fattori ereditari. 

È fondamentale fare una diagnosi corretta della cellulite , per poter distinguere a che stadio ci si trova ( esistono ben 4 stadi) , in modo da poter agire in modo mirato e funzionale. 

Correggere lo stile di vita e fare una corretta alimentazione sarà sicuramente la strada verso la guarigione.

Tendo a precisare che non esiste una dieta miracolosa  in grado di far sparire in un attimo la cellulite. Una strategia alimentare mirata e costante nel tempo sara’ in grado di ridurre il grasso in eccesso ed insieme ad esso buona parte della cellulite.

Migliorare la cellulite  con l’alimentazione SI PUO : quali strategie?

  • Migliorare la microcircolazione capillare e ridurre i liquidi in eccesso 
  • Ridurre l’assunzione di sale ( cloruro di sodio)
  • Evitare l’eccesso di zuccheri, soprattutto zuccheri semplici e raffinati 
  • Evitare l’utilizzo di cibi confezionati industriali 
  • Evitare l’utilizzo di alcool
  • Apportare l’adeguato fabbisogno idrico durante la giornata, sia attraverso gli alimenti ( verdure e frutta, presenti in ogni pasto) sia bevendo acqua oligominerale naturale. 
  • Associare correttamente gli alimenti in modo tale da favorire la funzionalita’ epatica e renale cosi da disintossicare e favorire la diuresi  
  • Utilizzare alimenti con potere antinfiammatorio e antiossidante e con azione vasoprottetrice ( es. i mirtilli) 
  • Utilizzare alimenti ad azione diuretica, come cetrioli, cipolla e finocchi
  • Preferire alimenti freschi e di stagione , ricchi di vitamina C , vit E , potassio 
  • Non eccedere con le carni rosse, preferire il pesce, i legumi  e le uova 
  • Evitare l’assunzione di formaggi, soprattutto quelli stagionati
  • Preferire i cereali in chicci ( come orzo, farro, miglio, quinoa) o scegliere farine integrali e non troppo raffinate. 
  • Assumere giornalmente centrifugati o estratti di frutta combinando verdure e frutta che abbiamo una buona azione diuretica … un esempio? Ananas , cetrioli e zenzero. 

Naturalmente la dieta dovrà essere mirata e personalizzata in base alle esigenze di ogni singola persona. 

Un corretto piano alimentare  dovrebbe  essere sempre coadiuvato da regolari  massaggi linfodrenanti e da una costante attività fisica, un complesso sinergico che garantirà degli ottimi risultati duraturi nel tempo. 

 

 

Contatti

Macomer (NU)
Via Roma, 13 
C. 348 5178917

Bosa (OR)
c/o Studio Medico Radiologico
Via Lamarmora
T. 0785 370011

Sassari
c/o Studio medico
Dott. V. Migaleddu
Via Gorizia, 11
T. 079 291918

info(at)nutrizionista-marziadelitala.it

©  tutti i diritti riservati - p.iva 01271310912